Guido Pertusi

LOCANDINA PERTUSI

 

pertusi-1 pertusi-2

Scrive Carlo Franza

Guido Pertusi fa avanzare da tempo nel suo fare artistico il model- lo di un nuovo tipo d testualità che ormai fa presa in tutte le arti, tralasciando lo storicismo aggressivo. Esplora l’arbitrarietà del segno, un’esplorazione che potrebbe essere analitica come nel primo cubismo, anarchica come nel primo dada e nel primo futurismo, e trasformativa come nel primo costruttivismo russo. Il suo lavoro calca la scena del simulacro e dei significanti, alfabeti dell’est e dell’ovest, e vive la liberazione modernista del segno, preso dal gioco postmoderno dei significati. Né va dimenticato che durante il tardo modernismo del’espressionismo astratto e del color-field, l’autonomia del segno viene ristabilita come criterio primario dell’arte. Se si esce dalla pittura e si legge la scultura come oggetto estetico, allora Pertusi si porta oltre il lavoro di Mastroianni intagliando rettangoli o altre forme che tendono poi a rimanere essenziali; praticamente Pertusi illustra la dissoluzione del segno associata alla dinamica di astrazione dei volumi con tecniche e materiali, una dimostrazione che è più sintomatica che riflessiva, più decorativa che trasformativa.

Biografia dell’artista

Guido Pertusi è nato a Voghera nel 1958, oggi vive a Lainate. Nel 1989 Ha conseguito prima il Fuor-year Academic Degree in Sculpture presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano (Italia, poi nel 2005 il Second Level Degree in Visual Arts and Performing Arts – Painting -MSc sempre presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano (Italia). Mostre recenti:1998 exhibition Palazzo Colonna, Roma (IT), 1989 participation in Japan Design, Osaka (J), 1990 Casa dei Landfogti, Rivera (CH) – catalogue 1991, Tonino Art Gallery, Campione d’Italia (IT) 1991, Palazzo dei Congressi- Lugano (CH), 1991 Cons-Arc Gallery, Chiasso (CH), 1991 Galleria Banca del Gottardo- Lugano (CH), 1996, BN Foundation- Lugano (CH) 1997, Galleria l’Officina Magliaso, Lugano (CH), 1998, NSCA- Lugano (CH) 2000 CD Foundation- Balerna (CH) – monograph, 2002 Mosaico Art Agllery Chiasso (CH) – monograph, 2006 Arte è Pensiero, Mantova (IT) – catalogue, 2009 L’universo dentro Milano (IT) – catalogue, 2011 Maestri di Brera- Milano (IT) – catalogue, 2012 Maestri di Brera Brussels (Belgium), 2012 Maestri di Brera Lima (Peru), 2013 Maestri di Brera Beijing (China), 2013 Maestri di Brera- Caracas (Venezuela), 2013 The Florence Biennale, Florence (IT) – catalogue, 2013 BIM Sondrio (IT), 2013 Galleria Arte Contemporanea Sondrio (IT), 2014 Il silenzio e l’attesa, Rovato (IT) – catalogue, 2016 Gaudete Festival, Vercelli (IT) – catalogue, 2013 Maestri di Brera- Cairo (Egypt), 2013 Maestri di Brera Beijing (China), 2013, Maestri di Brera, Caracas (Venezuela), 2013, The Florence Biennale, Florence (IT) – catalogue, 2013 BIM, Sondrio (IT), 2013 Galleria Arte Contemporanea Sondrio (IT), 2014 Il silenzio e l’attesa Rovato (IT) – catalogue, 2016 Gaudete Festival, Vercelli (IT) – catalogue. Nel marzo 2019 tiene una personale dal titolo “Alfabeti dell’est e dell’ovest” nell’Ex Studio di Piero Manzoni in zona Brera a Milano presentata dall’illustre Prof. Carlo Franza nel suo Progetto “Belvedere”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>